Pin It
IL MIO GRAZIE A TUTTI VOI AMICI PER LA VOSTRA VICINANZA

romolo dipinto
Grazie a tutti gli amici, conosciuti e non, che da ogni parte del mondo hanno onorato e celebrato con la loro vicinanza la partenza terrena di mio Padre.
E grazie all'Arma dei Carabinieri che quando Tu ieri passavi accompagnato da noi tutti per entrare in Chiesa per l'ultimo Addio, i Militi fermi accanto alla loro autovettura di servizio lì nei pressi, Ti omaggiavano con il saluto militare in segno di rispetto
Lettera a mio Padre

Caro Papà,  io ora dal tuo studio, vuoto senza di Te, seduta al Tuo computer, ringrazio tutti i nostri amici, quelli che conosciamo e anche i tantissimi che abbiamo conosciuto navigando sul web, che ci hanno onorato con la loro partecipazione alla Tua partenza.

studio papa copy

Ho davanti a me  il quadro che un amico pittore ti ha ritratto mentre suonavi il violino. La musica, che tu amavi tanto. Suonavi ogni strumento a orecchio, perché Tu intercettavi il ritmo dell'armonia dell'universo.

Ho appena scattato le immagini del nuovo giorno senza di Te, dell'alba sul nostro mare Ionio.Tu mi hai trasmesso la passione della fotografia, come della scrittura, della musica e dell'informatica. Sento la Tua presenza nel luccichio del mare, a pochi passi da me, e in ogni foglia degli alberi intorno in questa rigogliosa primavera.

alba casa ferruzzano 20 aprile 17 copy

Nei due giorni che sei rimasto a casa prima del Tuo viaggio ieri pomeriggio verso la dimora terrena, un fiume di amici accanto a Te sfilava per porgerTi l'estremo saluto. E in Chiesa dove il canto del coro e il silenzio dei Tuoi concittadini rendeva solenne la Tua celebrazione.

Ho letto a uno a uno TUTTI i loro nomi e le loro parole e i loro "mi piace" come si usa nel linguaggio di FB , e a nome Tuo e mio e di tutta la nostra Famiglia ringrazio con tutto il mio affetto. Sono qui, nella stanza dove Tu trascorrevi il tuo tempo collegandoti col mondo con il sottofondo del mormorio del mare che pare toccarsi affacciandoci alla finestra.

finestra studio papà copy
Grazie, Padre mio, per avermi accompagnato tenendomi sempre per mano, come fossi sempre bambina ai Tuoi occhi, anche se sapevo quanto mi considerassi "grande". Eri orgoglioso di me e di tutti noi Tuoi figli e questo ci ha fatto incedere nella vita con la certezza che Tu e la Tua adorata Teresina eravate sempre lì ad accoglierci nei momenti difficili.
Io sono andata via a 18 anni per studiare e sono rimasta lontano per tutti questi lunghi anni che hanno attraversato la nostra vita e non ho mai voluto le chiavi della tua casa. Perché a ogni mio ritorno tu eri sempre davanti la porta ad attenderci. Perché la Tua casa è sempre stato il mio rifugio.

Ecco un ricordo che ci giunge in questi giorni dall'America dal Tuo amico Vincenzo ( Cecè ) Pedullà, tuo grande amico, che ha messo nel suo profilo e copertina Facebook il Tuo volto



Articoli collegati da Radiocivetta:

Romolo Marando. Oggi si congeda dal mondo terreno

Video-intervista a Romolo Marando inventore condotta da Pino Carella di Telemia TV

Romolo Marando di Ferruzzano: Una Vita nel mondo magico delle Idee