Pin It
giustiziaCaro direttore, le immagini, le descrizioni e le sensazioni che comunicano il tuo scritto provocano un irresistibile desiderio di venire in Perù!
I miti che scaturiscono dal profondo arcaico ci accomunano: per i Greci, l’ombellico del mondo era Delfi, per gli Incas era Cuscu, per noi… Rieti; così come quando l’uomo inizia a coltivare la terra, poi costruisce le città ed ancora l’impero, si sviluppano le civiltà.

Della creatività e costruttività dell’uomo restano i segni indelebili nel tempo anche quando la distruttività , perlopiù umana, a volte anche della natura, esercita il suo macabro potere.
Tante similitudini e poi tante differenze segnano la peculiarità di ogni popolo così la natura: tanti luoghi meravigliosi ma sempre diversi.
E’ vergognoso per noi scoprire che in un paese povero come il Perù c’è più igiene, più rispetto, più educazione civica, più religiosità.
Tuttavia noi Italiani nonostante i tanti difetti non permetteremo a nessuno di buttare il crocefisso alle ortiche piuttosto butteremo nelle fogne chi intende farlo.
E’ vero che in Italia c’è molta ingiustizia e poca giustizia, stanca ed assonnata. Ha perso la cognizione del tempo ed ogni giorno assistiamo a sentenze che vengono emesse incredibilmente addirittura dopo interminabili attese ! Chi aspettava Giustizia ha fatto in tempo a morire.
Oggi non ci resta che protestare, inveire, ma soprattutto pregare.
Anna N.