Pin It

Barrio Las Pampitas. Comunidad San Josè. Diario del quattro ottobre 2011

alba-san-jose-800px copiaDalla finestra della mia piccola stanza al secondo piano di un edificio di mattoni rossi vedo sorgere il sole. E sento le note di una musica spagnola spandersi nell’aria. Frammiste al canto dei galli. C’è tanta povertà in questi luoghi. Ma incredibilmente avverto la gioia del vivere di questo popolo antico. E tanta dignità nel dolore...

Camminando tra loro avverto il profumo dei loro visi e dei loro abiti puliti. Mi impressiona molto la pulizia delle loro povere e precarie abitazioni. Non posso definirle case perché non lo sono. Alla periferia della Città. E' incredibile come non ci siano mosche e zanzare. Nessuna zanzariera. Nessun moschicida. Questo fa pensare all'igiene che viene mantenuta non solo qui alla Missione ma tutt'intorno. Un esempio di civiltà per la ricca Italia affondata nell'immondizia.

Sono molto poveri in denaro e confort qui al Barrios de la Pampitas ma ricchi di una umanità ormai quasi persa da noi. Vedo volti sorridenti. Persone che si aiutano tra loro. Si sostengono. La solidarietà è moneta corrente. Emergono gli aspetti più profondi di una Umanità dolente ma dignitosa. Fiduciosa. Intuisco la loro bontà.

Cari amici è una esperienza dura. Il caldo è terribile. Non ti da tregua. Nemmeno di notte. In camera un rumoroso ventilatore macina aria bollente e se possibile la rende ancora più caliente. Non ci sono italiani qui alla Comunità ma argentini e boliviani e devo interpretare lo spagnolo. Lingua non facile per come potrebbe sembrare. Abitudini di vita diverse. Ma è senza dubbio una esperienza di vita che ritengo importante. Ti fa capire come sia necessario avere un equilibrio per potere vivere lontano migliaia di chilometri dal tuo mondo, dai tuoi riferimenti senza perderti. Perchè vedi negli occhi dei bambini, dei ragazzi, nei sorrisi delle loro mamme la fiducia e la bontà. Vedi in loro il volto di Dio e stai bene ovunque in Sua compagnia. Non sei solo mai. La Fede, la Speranza e l'Amore che dovremmo avere dentro di noi ci salvano da una vita altrimenti brutale.

Impari a perdonare. "... Ma sa che l'atto del perdono non lo obbliga ad accettare tutto. Un guerriero non può abbassare la testa, altrimenti perde di vista l'orizzonte dei suoi sogni... Gli avversari lo obbligano a lottare per i suoi sogni..." (Paulo Coelho - Manuale del guerriero della luce )

Le immagini raccontano più delle parole E anche la musica. Eccole: