Pin It

image159Finalmente il miracolo! Dopo settimane di sauna senza tregua nè di notte e nè di giorno, oggi la pioggia. Battente da questa notte. E il sospirato fesco per qualche ora ci ha fatto respirare. E così ho passato una bella mattinata a Santa Cruz a fare la turista per un giorno. Ovviamente come ogni turista d'ordinanza ho scattato innumerevoli foto.

image274Immagini che dicono più di mille parole. Basta fermarsi a guardare. Due le manifestazioni che mi hanno colpito stamattina e che ho fotografato. Quella pacifica, sui gradini della Cattedrale di San Lorenzo, nella centralissima piazza ventiquattro di settiembre in difesa dell'ambiente e della foresta amazzonica che rischia di essere in gran parte abbattuta per costruire, ho sentito, delle strade. Pare che il danno, la distruzione di parte della foresta amazzonica, il polmone della Bolivia, sia di gran lunga maggiore dell'eventuale beneficio della costruzione di strade che portano ricchezza ai proprietari dei terreni espropriati per costruirle. I manifestanti chiedono che si trovino percorsi alternativi e comunque non demolitivi.


image279E dal lato opposto sempre nella stessa piazza davanti al Palazzo del Museo della Cultura un Gazebo piantonato da un militare dove vi erano de  manifesti in difesa dei diritti umani e dei prigionieri politici boliviani. con i loro volti effigiati.

Queste foto le ho montate in video con un sottofondo musicale tipico andino e le condivido con voi. Non siate troppo critici però. Io sono una apprendista fotografa. Vi dovete accontentare. Questo passa il convento. Come sempre, in questi casi, quello che conta è il contenuto. eam

Se cliccate sulle tre  immagini dell'articolo queste si apriranno con dimensioni più grandi consentendvi una visione migliore dei particolari e delle scritte. La redazione.