Pin It
girasole 1Io credo che prima di tutto dobbiamo avere benevolenza verso di noi e verso gli altri. Volerci bene e non accanirci a volere essere perfetti. A volere accumulare ricchezze a scapito della perdita della nostra umanità. Essere in salute deve essere un nostro obiettivo. Essere sani significa essere comunque belli. Penso che la nostra Vita deve essere tutelata perché ne abbiamo una sola. E non si può tornare indietro. La salute e la bellezza si coltivano. Con la prevenzione. Con un corretto stile di vita. Con i controlli preventivi.
Per stare bene bisogna coltivare l’Amore per se stessi e in uguale misura per gli altri.
Se si è colpiti ingiustamente non odiare, l’odio intossica prima di tutto noi stessi. Ma cercare la Verità e la Giustizia. Ma la Giustizia di Dio, perché a quella degli uomini non credo molto. Troppi esempi aberranti.
Consiglio sempre di cercare di conoscersi per capire quali sono le nostre inclinazioni, i nostri punti forti e quelli deboli. Cosa ci piace fare. Se siamo in confusione cerchiamo l’aiuto di persone illuminate.
Perché se scegliamo un lavoro che ci piace e ci appassiona, tutto è più semplice. Bisogna lavorare come fosse un divertimento. E il lavoro si trova, si inventa pure.
Bisogna scegliere le amicizie in funzione delle affinità o non del businnes. Questo è altra cosa.
Nessuno ci insegna a vivere, anche se abbiamo i migliori genitori e le migliori scuole. La vita è imprevedibile e diversa per ognuno di noi. A volte ci sono incontri che ci cambiano la vita in bene o in male.
Dobbiamo avere gli strumenti che ci consentano di capirla e viverla in armonia. Tanti sono i momenti in cui si inciampa e si cade. Ma se si è coltivati dentro di sé la forza e il coraggio, si trova il modo per rialzarsi e fare tesoro dell’esperienza amara vissuta.
Quali sono i riferimenti che diventano la nostra bussola?
Prima di tutto la generosità. Essere generosi. Evitare di cadere nella trappola dell’invidia e della gelosia. Ognuno di noi è unico e irripetibile. Ognuno di noi è straordinario.
Secondo, non avere paura dei sacrifici. Niente si ottiene senza dedizione, pazienza, rinunce.
Terzo, che sarebbe il primo principio: avere Fede. Avere la consapevolezza profonda che non siamo soli. Avere il senso religioso della Vita. In qualsiasi modo si chiami. Qualsiasi Religione si professi. Coltivare il lato spirituale che è in ognuno di noi ci salva dalla follia della solitudine.
Questo è il mio credo