Pin It
logo radiciSeguiamo le parole di Pino Carella che accompagnano il documentario. Una storia purtroppo quanto mai attuale con i massacri di centinaia di migliaia di Cristiani ancora mondo oggi nel mondo.
Così inizia la rievocazione di una storia vera accaduta in Calabria al tempo del brigantaggio. Pino Carella racconta“ “Ricorrono duecento anni dalla fucilazione del Parroco Don Pietro Valenti… un martire di Bivongi ucciso per la sua Fede. Un Sacramento, il Battesimo, somministrato al figlio di un brigante che Don Pietro non ha inteso negare davanti ai giudici perché avrebbe leso la sua dignità di Parroco e aggravato le accuse del padre del bambino, arrestato con lui con conseguente condanna a morte.
Ammise il suo operato, perché un preciso dovere di Parroco, concludendo di non essere a conoscenza di briganti che vivevano alla macchia. Virtù che il parroco ha rispettato fino al sacrificio contro quella legge francese iniqua che portò alla fucilazione quanti non accettarono i soprusi francesi… “ Seguiamo la storia vedendo il filmato. Un documentario di grande importanza per una ricostruzione storica su quanto accaduto in Terra di Calabria occupata, dominata ed espropriata prima con la baionetta poi con la derisione e l’abbandono…
Ernesta Adele Marando

{webplayer width=510 height=320 category=Radici-su-Don-Pietro-Valenti}